Calcio Empoli
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Penna in Trasferta – Amato: “Gotti ha ricompattato il Lecce”

Per presentare l'incontro tra Lecce ed Empoli, parola al collega di CalcioLecce Alessio Amato, per la rubrica Penna in Trasferta.

Quali sono le condizioni tecnico-mentali del Lecce, aspettando lo scontro diretto ad alta tensione con l’Empoli?

Il Lecce arriva da una situazione molto complessa, fatta di un avvicendamento in panchina tutto sommato ancora fresco in seguito ad un inverno nero ma anche da una più recente ripresa grazie ai 4 punti nelle ultime 3 gare che, per quanto prodotto, meritavano certamente di essere di più. Per certificare la ‘guarigione’ del collettivo arrivano però una serie di appuntamenti che sono già delle finali in cui i salentini sanno di non poter sbagliare, a partire da domani“.

Secondo te c’è già modo di apprezzare delle differenze, in entrambi i sensi, tra le gestioni di D’Aversa e Gotti?

L’aspetto che appare più lampante è quello di una coesione che la squadra aveva completamente smarrito. Ora il Lecce appare più corto e quindi sicuro, con la conseguenza di esser tornato a macinare gioco ed occasioni da rete. Purtroppo per i giallorossi, l’unico piano sul quale non sembra proprio esserci stata una sterzata è quello del cinismo in zona gol. Basti pensare che il Lecce è la terza squadra in Serie A per conclusioni effettuate ma l’ultima per percentuale realizzativa e che nelle ultime due gare con Roma e Milan sono stati effettuati 45 tiri con 0 reti“.

Come vedi lo stato di salute della squadra giallorossa nel rush finale del campionato?

I fattori in campo sono come detto numerosi, e la loro somma porta a descrivere quella giallorossa come una squadra in ripresa dal punto di vista di condizione fisica, psicologica, gioco e risultati. Per capire quanto è in ripresa però bisognerà attendere almeno questa accoppiata di scontri diretti in programma con Empoli prima e Sassuolo poi, vere cartine di tornasole del lavoro di queste ultime settimane rispetto al quale Roma e Milan risultano comprensibilmente essere meno eloquenti. Ormai siamo una fase di stagione in cui i confini per valutare chi sta bene da chi lo sta meno sono estremamente sottili“.

Capitolo Empoli: come reputi il lavoro fin qui svolto da Davide Nicola?

Non si può che valutare positivamente. Nella prima fase di campionato credo un po’ tutti dessero i toscani per spacciati, o comunque li considerassero tra le squadre meno attrezzate in assoluto. Una prima scossa l’aveva già data Andreazzoli e questo non va dimenticato, come d’altronde il Lecce non può dimenticare l’ottimo lavoro svolto da D’Aversa per due terzi del suo cammino salentino. Con Nicola però credo l’Empoli abbia iniziato a raccogliere grossomodo il massimo delle proprie potenzialità e non a caso si è tirato fuori, almeno per ora, dalla zona rossa“.

Quale sarà secondo te il tema che caratterizzerà l’incontro al Via del Mare?

Sarebbe facile dire una tensione di base vista l’alta posta in palio. Ciò che si augura il pubblico di casa è che sia proprio l’ambiente a spingere i ragazzi di Gotti a tenere in mano il pallino del gioco, fare una grande gara e magari riuscire finalmente a raccogliere il seminato in termini realizzativi. Di fronte c’è però l’avversario e dal punto di vista tecnico potrebbe essere l’incertezza a farla da padrona“.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Tutte le ultime informazioni disponibili sulle probabili formazioni di Udinese-Empoli, con i dettagli della programmazione...
Uno sguardo a tutte le statistiche del match tra Lazio ed Empoli, per comprendere meglio...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie

Calcio Empoli