Calcio Empoli
Sito appartenente al Network

Penna in Trasferta – De Lellis: “Lazio, dubbi sulla tenuta mentale”

Ritorna la rubrica Penna in Trasferta: l’anteprima di Lazio-Empoli, grazie all’opinione del giornalista “avversario” Enrico De Lellis (SoloLaLazio)

In che condizioni hai visto la Lazio alla ripresa del campionato, al di là del risultato negativo maturato a Lecce?

Sotto il punto di vista fisico la squadra sta bene, l’aspetto mentale preoccupa di più. Affrontare la Lazio è un terno al lotto: ti può capitare di giocare contro una Lazio stile Atalanta oppure ti può capitare una Lazio stile Lecce. Di solito dopo una prestazione brutta – come è stata quella in Puglia – c’è stata sempre una reazione importante“.

Nella sessione di mercato di gennaio prevedi dei movimenti in rosa? E se sì, quale reparto potrebbe essere coinvolto?

Nel ruolo di terzino sinistro c’è una carenza a livello qualitativo, in quanto Sarri può contare sulle prestazioni di Marusic visto che Radu non è mai stato preso in considerazione, mentre Hysaj è stata una grande delusione. Le prestazioni dell’ex Napoli sono deludenti, già dalla scorsa stagione. A Sarri piace molto Parisi, ma la sua valutazione è molto alta per la società capitolina, che deve fare i conti con l’Indice di Liquidità. Pellegrini è l’alternativa, ma prima di fare un’eventuale operazione in entrata serve la cessione di Fares – per sbloccare appunto la situazione riguardante l’Indice di Liquidità – oppure un intervento da parte di Lotito nelle casse societarie. Il tempo scorre, bisogna agire in fretta“.

Come reputi il lavoro di Sarri nella prima metà di stagione?

Se parliamo a livello di campo c’è poco da dire. Sarri lo scorso anno, arrivando al quinto posto, ha dimostrato ancora una volta di essere un grande allenatore e anche in questa prima parte di stagione la squadra gioca un buon calcio. Il problema è se andiamo ad analizzare la gestione del gruppo e delle individualità. I calciatori forti devono essere trattati come tali, l’errore più grande è considerare uguali tutti gli atleti. Molte volte si è andati allo scontro, questa strategia si è rivelata un’autorete. La speranza è trovare un equilibrio nella gestione della rosa, non a livello tattico ma mentale. Questo può fare la differenza al termine della stagione“.

Capitolo Empoli: buon girone d’andata e ripresa con un Caputo in più nel motore. Quale il tuo parere sui toscani?

L’Empoli gioca un buon calcio nonostante il cambio dell’allenatore. Seguo Zanetti da tempo e lo trovo molto preparato. I giovani sono sotto gli occhi di tutti – stravedo per Baldanzi – e questa è la forza della squadra toscana. Caputo aggiunge esperienza e gol. Il suo ritorno sarà molto utile per gli obiettivi salvezza del club“.

Come vedi la gara dell’Olimpico, che vedrà sicuramente una Lazio vogliosa di riscatto?

La voglia di riscattarsi sarà tanta, soprattutto davanti al pubblico di casa. Non sarà semplice, anche perché la Lazio è una squadra molto umorale: può vincere 6-0, così come perdere 0-3. Sarà curioso anche per noi vedere come scenderà la squadra in campo, se ci sarà Luis Alberto dal primo minuto o meno e come scenderà in campo Milinkovic-Savic, uno dei più criticati dopo la brutta sconfitta con il Lecce“.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Uno sguardo a tutte le statistiche del match tra Sassuolo ed Empoli, per comprendere meglio...
Le ultime di formazione per Sassuolo ed Empoli, in campo domani pomeriggio, e le info...
Col Sassuolo sarà l'undicesima volta degli azzurri col direttore di gara di Bologna...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Empoli